Chiesa parrocchiale di Stadolina

 
Chiesa parrocchiale di Stadolina  

Nel tempio, dedicato a San Giacomo il Maggiore ed eretto tra il 1608 e il 1610, possiamo ammirare alcune opere insigni: ancona, anconetta, tabernacolo e paliotto dell'altare maggiore. G. Battista Ramus impostò la soasa nel 1645, intorno ad un'anconetta cinquecentesca di un seguace del Lamberti. Il tabernacolo e il paliotto del 1688 - 89, escono dalla bottega di Domenico Ramus. La pala del primo altare, che rappresenta Cristo in Gloria fra i Santi Gregorio e Antonio Abate, è del solodiano A. Grisiani; la soasa lignea è del 1689.
Lo scultore A. Togni di Vione, allievo di G. Battista Ramus, intaglia nel 1645, come sua prima opera, l'ancona della cappella di sinistra che incornicia la pala raffigurante la Madonna col Bambino fra i Santi Domenico e Caterina con i misteri del Rosario. Statue, anconette, bussola e confessionali sono dei Petroboni di Vione.