Museo Etnografico dell'Alta Valle Camonica 'LZuf

Nei 250 mq del Museo etnografico "L Zuf" (che significa “il giogo”) sono raccolti una quantità enorme di manufatti e di oggetti che raccontano la vita quotidiana, il lavoro nei campi, gli usi e i costumi della gente della Valle Camonica.

Il Museo Etnografico dell'Alata Valle Camonica 'L Zuf viene aperto al pubblico nel 1987, grazie all’idea nata dal Maestro Dino Marino Tognali (1928-2014) di raccogliere, insieme ai suoi alunni, attrezzi agricoli e di uso quotidiano del passato. A seguito di svariate ricerche, la raccolta viene mostrata al pubblico presso i locali della Scuola Elementare di Vione.
‘L ZUF nel dialetto Vionese significa “Il Giogo”, lo strumento legato alla fatica del lavoro della terra.
Nei successivi 30 anni, la vasta raccolta effettuata dal maestro e dai suoi collaboratori ha portato ad avere una collezione completa di migliaia di oggetti provenienti dall’intera Alta Valle Camonica.

Il museo è diviso in sale in cui sono esposti i vari manufatti, ognuno indicato con il nome in italiano, ma anche in dialetto, con lo scopo di mantenere intatta anche la memoria linguistica. Troviamo una zona dedicata all’artigianato del legno, una per gli attrezzi dell’agricoltura e dell’allevamento, una per i lavori femminili, come la filatura e la tessitura, ed infine la ricostruzione di alcune stanze domestiche di abitazioni del passato, cucine e camere da letto.

Modalità di accesso

Le guide vanno prenotate al direttore Sembinelli Giancarlo al 349.7181699 o il Comune di Vione allo 0364.94131.

Orario di apertura

Apertura nei mesi di luglio e agosto 2017 dalle 17.00 alle 19.00 (tutti i giorni).
Su prenotazione nei restanti giorni dell'anno.